Stampa

Antonelli2016

Obbiettivo: utilizzare uno strumento che permette un’individuazione veloce della diagnosi infermieristica e dei relativi interventi con criteri di appropriatezza definiti e condivisi.
La Lean Lab
La Sanità Snella nella Gestione delle malattie Croniche.

L’Italia è ai primissimi posti al mondo per longevità della popolazione. Poter invecchiare è senza dubbio un privilegio della specie umana, ma diventa al contempo una sfida per la nostra società, che deve tendere alla migliore qualità possibile degli anni di vita aggiunti. Si definisce oggi “arbitrariamente” anziana e quindi potenzialmente paziente geriatrico, la persona che ha superato l’età di 65 anni. E’ evidente che la crescita esponenziale di pazienti di tale fascia di età ed oltre pone problemi di sostenibilità di tutto il sistema sanitario. . Partendo da argomenti di prevenzione, stili di vita, esercizio fisico, importanza della dieta, che rappresentano soluzioni fondamentali per tamponare in tempo situazioni che si sviluppano già in età giovanile/adulta per poi manifestarsi in tutta la loro gravità nell’età geriatrica, si arriva quest’anno ad affrontare patologie di grosso impatto, quali insufficienza renale cronica.. Il modello Toyota  sulla gestione degli sprechi e sul guadagno dei tempi ha portato negli ultimi anni  a sviluppare un cambiamento culturale  diverso con ottimi risultati in termini di lavoro del personale sanitario dedicato alle malattie croniche. La qualità delle cure è la principale responsabilità del management. Migliorare l’efficienza e l’efficacia delle prestazioni  e quindi, riducendo i costi .ottimizzando l’allocazione delle risorse e migliorare la produttività, identificando gli elementi di spreco e analizzare con metodo scientifico i processi. Il processo di lavoro e la applicazione della Lean  in Sanità ha portato al miglioramento della qualità dei servizi e del team lavorativo.

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online