Stampa

26 Congresso Nazionale 2008

Politiche e sviluppi professionali. Consapevolezza, autonomia, responsabilità

Scarica pieghevole.pdf

  • CONSAPEVOLEZZA DEI BISOGNI CHE CAMBIANO, NUOVI SCENARI E SVILUPPO PROFESSIONALE
    A. Silvestro (Bologna)
  • SIGNIFICATO AUTENTICO DELLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE
    D. Rodriguez (Padova)
  • COMPETENZA COME ESPRESSIONE DI CULTURA E SPECIFICITÀ PROFESSIONALE
    B. Mangiacavalli (Pavia)

Mission professionale: gli infermieri ne sono sempre consapevoli?
Salute e funzionalità renale: trend epidemiologico e focus clinico

  • TREND EPIDEMIOLOGICO
    A. Limido (Milano)
  • DIABETE E INSUFFICIENZA RENALE CRONICA
    G.O. Panzetta (Trieste)
  • IPERTENSIONE, CARDIOPATIA E INSUFFICIENZA RENALE CRONICA
    A. Santoro (Bologna)
    LA GIORNATA MONDIALE DEL RENE (GMR): GLI INFERMIERI E LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE RENALI
    V. Vitale, M.T. Alberti, R. Amendolara, A. De Biase, M.C. De Lorenzo, V. Fittipaldi, F. Sassano, R. Sassano, C. Zullo (Chiaromonte, PZ)
  • LA DIALISI NEL PAZIENTE DIABETICO: METODICHE DIALITICHE, INCIDENZA PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLE COMPLICANZE VASCOLARI
    G.L. Lucchetti, L. Van Den Heuvel (Arezzo)
    VALUTAZIONE COMPARATIVA DELLA COMPLIANCE IN PAZIENTI CON IRC CHE HANNO PARTECIPATO A UN PROGRAMMA EDUCATIVO DI PREDIALISI RELATIVO ALLA SCELTA TERAPEUTICA: UN’INDAGINE DI SFONDO
    L. La Scala1, M.P. Zito1, P. Chiari1, M.T. Benedetto2, F. Paradisi2 (1Bologna; 2Imola, BO)

Modelli funzionali di salute e Nursing Nefrologico: competenze  ed esperienze infermieristiche di educazione e prevenzione

  • INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE SANITARIA PER LA PREVENZIONE IN IRC E IN PREDIALISI
    M. Rivetti (Alba, CN)
  • ’AMBULATORIO OSPEDALIERO, ESPERIENZE ORGANIZZATIVE
    F. Rossi, K. Viràg (Firenze)
    INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE NEL DISTRETTO E SUL TERRITORIO
    A. Santoro (Bologna
    )
  • IL RUOLO CLINICO, RELAZIONALE E COMUNICATIVO DELL’INFERMIERE NELL’ORGANIZZAZIONE DI UN AMBULATORIO DI PREDIALISI L’ESPERIENZA DI UN ANNO
    V. Fittipaldi, M.C. De Lorenzo, V. Vitale, A. De Biase (Chiaromonte, PZ)
  • SERATE EDUCATIVE RIVOLTE AI PAZIENTI EMODIALIZZATI ED AI LORO FAMILIARI
    R. Peruzzo, F. Dallapè, A. Pacenza, P. Molinari, C.R. Rovati, G. Brunori, K. Arw, C. Tognoli (Borgo Valsugana, TN) 12,35

Emodialisi e Dialisi Peritoneale: pratica clinica e ricerca nel Nursing Nefrologico

  • RICERCA EDTNA/ERCA SULLA RATIO INFERMIERE/NUMERO DI PAZIENTI NEI SERVIZI DI DIALISI PERITONEALE IN ITALIA: RISULTATI, TREND E LORO UTILIZZO
    P. Coscia, M.C. Gambirasio (Cinisello Balsamo, MI)
  • ORGANIZZAZIONE AMBULATORIO DI PERITONEALE
    S. Brenna, E. Arrighi, G. Croppi, V. Zanotta, P. Pedrini (Como)
  • IL NURSING IN DIALISI PERITONEALE: ANALISI DI ALCUNI «END POINT
    E. Bertoldi, L. Di Meo, C. Migotto, S. Biondi, V. Barbera (Albano Laziale, RM)
  • VALUTAZIONE DELLA COMPLIANCE E DELLA NECESSITÀ DI RE-TRAINING NEI PAZIENTI IN DIALISI PERITONEALE
    S. Brenna, E. Arrighi, G. Croppi, V. Zanotta, P. Pedrini (Como)
  • DROP OUT DEL PAZIENTE IN DIALISI PERITONEALE: ESPERIENZA DI UN CENTRO
    S. Scofferi, O. Terrile, G. Lenzora, P. Ancarani, P. Solari (Sestri Levante, GE)
  • EDUCAZIONE IN DIALISI PERITONEALE: DAL TRAINING AL CAMPO SCUOLA
    N. Zuccherato (Castelfranco Veneto, TV)

Esperienze di modelli organizzativi e clinici

  • IL NURSING PRIMARIO IN EMODIALISI: DATI ESPERIENZIALI
    M. Pegoraro (Vigevano, PV)
  • IL PRIMARY NURSING IN SALA DIALISI
    M. Talaia, M. Aiassa, I. Aglì, M. Audero, F. Campanelli, M. Canella, B. Cassetta, G. Colombotto, L. Onnis, Y. Sestak, I. Taradaeva, C. Tonizzo (Torino)
  • PROGETTO DI REALIZZAZIONE E IMPLEMENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA IN UNA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA
    M. Gregori, M. Rosadini, R. Borgarello, R. Groppi, C. Pieri (Siena)
  • PROPOSTE OPERATIVE PER ESPERTI CLINICI, ESEMPI: VASCULAR ACCESS NURSE, ANEMIA NURSE
    M. Pegoraro (Vigevano, PV)
  • ORGANIZZAZIONE DI UNA UNITÀ OPERATIVA DI DIALISI PEDIATRICA ORIENTATA AL MODELLO “CASE MANAGEMENT”
    A. Fabbiani (Roma)

Trapianti: educazione terapeutica per una scelta informata e consapevole

  • I TRAPIANTI NON CONVENZIONALI (PRE-EMPTIVE, TX DA VIVENTE)
    S. Stefoni (Bologna)
  • IL TRAPIANTO DALL’ATTESA AL FOLLOW-UP. ASPETTI PSICOLOGICI ED EDUCAZIONALI
    B. Longo, P. Galeotti (Viterbo)
  • EDUCAZIONE TERAPEUTICA ALLA PERSONA IN ATTESA DI TRAPIANTO RENALE
    S. Belia, C. Bagarolo, R. Baggio, A. Frasson, F. Gobbi, G. Scarante, S. Serato, A. Spiga (Cittadella, PD)
  • IL BISOGNO DI COMUNICAZIONE DELLA PERSONA ALL’INGRESSO IN LISTA TRAPIANTO PER AUMENTARE LA COMPLIANCE
    E.Trastullo, O. Verni (Bologna) 18,20 Discussione 18,30

Modelli organizzativi di sviluppo professionale

  • CASE MANAGEMENT
    P. Chiari (Bologna)
  • L’INFERMIERE DI FAMIGLIA NELLA CONTINUITÀ ASSISTENZIALE
    C. Badiali (Bologna)
  • IL RUOLO DELL’INFERMIERE NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE NEFROPATICO CRONICO: ESPERIENZE E PROGETTI PER IL FUTURO
    M. Bevilacqua, A. Mendini (Roma)
  • NURSING E COUNSELLING
    P. Gasparetti (Viganello, Svizzera)
  • IL LUNGO RESPIRO DELLA CURA. VISSUTI E NARRAZIONI DEGLI INFERMIERI IN UN REPARTO DI EMODIALISI
    S. Baucia (Piacenza)
  • IL DOLORE CRONICO IN EMODIALISI, ESPERIENZE DEL PAZIENTE E NUOVI APPROCCI TERAPEUTICIM.G. Pernici, S. Sacchetti, R. Statuti, L. Van Den Heuvel (Arezzo)
  • ACCREDITARE IL PERCORSO DI ADDESTRAMENTO DELL’INFERMIERE IN DIALISI: L’ESPERIENZA DELL’OSPEDALE SANTA CHIARA DI TRENTO
    A. Fratton, E. Genetti, M. Fontanari, M. Rizzi, L. Giovannini (Trento)
  • SAPERE, SAPER ESSERE, SAPER FARE, SAPER DIVENIRE. ESPERIENZA PROFESSIONALE TRA INFERMIERI TUTOR DEI CENTRI DIALISI MADRE DELL’AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA S.ORSOLA - MALPIGHI DI BOLOGNA
    M.T. De Marco, S. Brintazzoli, G. Stefanizzi, C. Guerrieri

Politiche di sviluppo professionale

  • Formazione post base: master, laurea specialistica dottorato
  • Legge 43/2006
  • Contratti di lavoro
  • Riconoscimento formale dei titoli nelle aziende sanitarie
    Federazione Nazionale Collegi IPASVI A. Silvestro (Bologna)
    O. S. Nursing Up F. Batani (Cesena)
  • FP CGIL - Bologna P. Chiarelli (Bologna)
  • Segreteria Regionale FIALS E. Basini (Parma)

Poster

  1. DIALISI E TRAPIANTO A BAMBINO EXTRA COMUNITARIO
    F. Armani, S. Bacciardi, I. Rossi (Pisa)
  2. IL RUOLO DELL’INFERMIERE NELL’OTTIMIZZAZIONE DELLA DIALISI PERITONEALE (DP), L’ESECUZIONE DEL PIP-TEST PRESUPPONE UNA CORRETTA E RIPETIBILE DETERMINAZIONE DEL PUNTO ZERO
    I Cavallini, C. Sordini (Livorno)
  3. POSSIBILE RUOLO DELL’INSULINEMIA NELLA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE IN EMODIALISI CRONICA
    V. Di Lauro, F. De Francesco, V. Dell’Aquila, M. Mazzocchi M, D. Valenza, N. Vespia, C. Zingaro (Anzio-Nettuno, RM)
  4. NORMALIZZAZIONE DEI VALORI DI GICA (CA 19.9) DOPO ESPIANTO DI RENE TRAPIANTATO IN PAZIENTE IN DIALISI PERITONEALE AUTOMATIZZATA
    L. Di Meo, V. Barbera (Albano Laziale, RM)
  5. L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA IN EMODIALISI E I BISOGNI ASSISTENZIALI DEL PAZIENTE CRONICO: ESPERIENZA DI UN CENTRO DIALISI ROMANO
    A. Mendini, M. Bevilacqua (Roma)
  6. LA “MISSIONE” CHE SEMBRAVA IMPOSSIBILE!
    P. Ferrari, M.G. Figaia, E. Giuffra, P. Noceti (Genova)
  7. TERAPIE MIRATE EXTRACORPOREE IN CORSO DI SEPSI
    L. Agrillo, C. Monari, G. Corsello, L. Vigorito (Bologna)
  8. TRAPIANTO RENALE… LA VITA OLTRE LA MALATTIA!
    R. Vaccaro (Rivoli, TO)
  9. LAVORARE IN DIALISI: NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE
    V. Nosella, T. Farina, A.M. Milizia (Manduria, TA)
  10. L’EMERGENZA-URGENZA DURANTE I TRATTAMENTI DIALITICI. PROTOCOLLI E GESTIONE.
    A. Lupi, F. Osteri (Pescia, PT)
  11. MANAGEMENT E PROCESSO DI BUDGET PER I CENTRI DI DIALISI
    A. Signorelli (Cosenza)
  12. IL SUPPORTO INFORMATIVO AL PAZIENTE NELLA SCELTA DELLA TERAPIA SOSTITUTIVA: RISULTATI DI DUE ANNI DI ATTIVITA’
    P. Rossetto Casel, I. Cervella, G. Poggio, A. Bertolini (Torino)

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online