Stampa

Congresso 2013 Mazzola

“L’IMMAGINE CORPOREA DELLA PERSONA SOTTOPOSTA AL TRATTAMENTO DI DIALISI PERITONEALE:
SOSTEGNO DELL’INFERMIERE NELL’AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO”

LAURA MAZZOLA, PAOLO MIRABELLA, FRANCO CIRIO, PIERA ROSSETTO CASEL

Introduzione

La malattia cronica, la dialisi e la modificazione dell’immagine corporea dovuta all’inserzione e presenza permanente del catetere peritoneale condizionano pesantemente la situazione psicologica  della persona assistita1 L' obiettivo di questo lavoro è stato quello di rilevare la presenza di disagio nella persona assistita derivante dal cambiamento corporeo conseguente al trattamento della dialisi peritoneale ed evidenziare le funzioni, educativa e relazionale,  proprie dell’infermiere.

Metodologia

Questionario somministrato a persone afferenti al Servizio di Dialisi Peritoneale di un’ ASL Torinese. (Fig.1) Effettuato un colloquio con gli infermieri del Servizio per evidenziare le modalità di sostegno attraverso le quali essi affrontano il cambiamento corporeo dell’assistito. (Fig.2)

Figura 1

Figura 2

Risultati

Si evidenzia il disagio derivante dal cambiamento dell’immagine corporea da parte delle persone assistite, nonostante il trattamento risulti essere accettato dalle stesse.

Conclusioni 

Gli infermieri tramite la formazione permanente possono potenziare gli interventi educativi e relazionali per sostenere le persone assistite che vivono il disagio dell’immagine corporea modificata.(Fig.3)

Figura 3

Bibliografia 

  1. Boys J, Mc Arthy A, Shaban R, Winch S. Compliance normality and the patients  on peritoneal dialysis; NNJ 2010 May-June; 37(3): 243-251 p 243
  2. Alberghini E, Baragetti I, Biazzi C, Buzzi B, Corghi E, Ferrario F, Gambirasio MC, Pozzi C, Santagostino G, Sarcina C, Terraneo V, Visciano B.  L’ambiguità del concetto di predialisi: proposta di un modello.G Ital Nefrol 2011
  3. Partridge K.A, Robertson N. Body-image disturbance in adult dialysis patients. Leicester, UK- Disability and Rehabilitation, 2011