Articoli

Stampa

Peruzzo-2008-11

 


SERATE EDUCATIVE RIVOLTE AI PAZIENTI EMODIALIZZATI ED AI LORO FAMILIARI 

 R. Peruzzo, F. Dallapè, A. Pacenza, P. Molinari, C.R. Rovati, G. Brunori, K. Arw, C. Tognoli

(Borgo Valsugana, TN)Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari P.A. TN


Nel nostro centro, vengono attualmente sottoposti a trattamento emodialitico 38 pazienti, affetti da pluripatologie  e l’età media è di 74 anni. Si effettua anche il servizio di dialisi vacanza previa prenotazione, sia a pazienti italiani che stranieri:

Vista la fragilità del paziente emodializzato,  paziente cronico affetto da pluripatologie e la necessità di migliorare l’azione educativa  con le famiglie,per la gestione del paziente a domicilio, dall’anno 2004 presso il servizio emodialisi di Borgo Valsugana,in orario serale con inizio alle ore 20.15 e termine alle ore 22.30 , si svolgono delle serate educative rivolte ai pazienti emodializzati ed ai loro familiari. Il team educativo è composto da:

Il direttore dell’U.O. di Nefrologia e Dialisi Dott. Carlo Romano Rovati,dai medici nefrologici che afferiscono al ns. centro, dall’infermiere coordinatore Peruzzo Rosangela dagli infermieri del centro emodialisi, dalla dietista Alessandra Pacenza e Patrizia Molinari

Obiettivi:

Migliorare la conoscenza della malattia renale.

Migliorare l’abilità pratica nella gestione della cura.

Indurre delle modifiche del comportamento a domicilio, che evitino possibili situazioni di rischio

Migliorare la relazione del paziente e dei familiari con il team multidisciplinare dei servizi emodialisi

Azioni

Argomenti trattati durante le serate educative:

>L’organizzazione del centro emodialisi e le figure di riferimento

>La fisiopatologia del rene

>Gli accessi vascolari

>La terapia dietetica in emodialisi

>Il contenimento dei liquidi ed il controllo del potassio

>La malnutrizione

>Il Trattamento farmacologico

>L’uso dei chelanti del fosforo e del potassio

>Gli esami ematici e strumentali nel paziente emodializzato

>L’attività fisica nel paziente emodializzato

>Nell’ultima serata educativa è stato consegnato un questionario per conoscere le abitudini alimentari dei nostri pazienti, che è stato poi elaborato.

L’evoluzione degli apparecchi di dialisi

Valutazione

Sia i pazienti, ma soprattutto i  familiari partecipano numerosi a queste serate. Che sono  formulate con l’intenzione di trasmettere abilità e conoscenze  per capire con chiarezza quali cambiamenti comportamentali è necessario attuare, e quali sono le possibili situazioni di rischio.

Questi argomenti educativi, sono poi ripresi nella quotidianità e migliorano la presa in carico del paziente, e la relazione con le famiglie.

Conclusione

A distanza di 3anni dallo svolgimento della prima serata , siamo soddisfatti del percorso iniziato , abbiamo notato una diminuzione rispetto al passato delle infezioni  delle FAV, legato all’educazione igienica,una maggior adesione al programma terapeutico, una segnalazione tempestiva di eventuali complicanze, ed  è sempre molto richiesta e presente in ogni serata l’educazione dietetica

Comunicazione orale.

Comunicazioni: Qualora questo lavoro venga accettato verrà supportato dai dati relativi  all’elaborazione del  questionario sulle abitudini alimentari consegnato nella serata educativa del 2006

Peruzzo.Rosangela Infermiere coordinatore

Servizio emodialisi di Borgo Valsugana

Tel. 0461 755264 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cell. 333 2544492

Fax 0461 755126