Articoli

Stampa

Mule 2017

FOCUS ON: MULTITASKING CARE IN EMODIALISI

Marica Mulé2, Miriam Appiani1, Laura Bertelli1, Paola Gaggia1, Ezio Movilli1, Sara Molgora2 & Anna Bertoni2

1U.O. Nefrologia, ASST Spedali Civili di Brescia 
2Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica Del Sacro Cuore, Milano

 

Introduzione
  Per gli infermieri il lavoro in dialisi è sempre più Multitasking: devono relazionarsi con i pazienti, con le apparecchiature dialitiche, con i caregivers, con il personale medico e i colleghi, ricoprendo il difficile ruolo di mediatori tra un compito ed un altro. L’infermiere, nel prendersi cura dei pazienti è sempre più soggetto a Burnout con il rischio di aumentare il margine d’errore e un’assistenza sempre più deumanizzante (Steege et al. 2015).

Metodologia
 
La ricerca vuole esplorare la relazione tra l’esigenza di essere multitasking e le fatiche fisiche ed emotive dell’infermiere. Ai fini della ricerca è stato utilizzato lo strumento qualitativo Focus Group. I 2 Focus Group realizzati sono stati videoregistrati, trascritti e analizzati con il software di analisi testuale T-Lab.

Risultati
 
Dall’analisi sono risultati 4 cluster (temi) nominati: “Lavorare in emodialisi” che spiega il 37,7% della varianza; “Inguaribile” spiega il 28% della varianza; “Relazione infermieri-paziente-famiglia” spiega il 24,3% della varianza e “Cronicità” il 15% della varianza.

Conclusioni
 
Ogni cluster mostra il ruolo multitasking dell’infermiere in emodialisi, non tanto in relazione all’uso della tecnologia, quanto nella gestione di relazioni complesse sia interne al gruppo di lavoro sia nella relazione di cura con il paziente.

Bibliografia

  1.   Steege et al. (2015) Evaluation of physically and mentally fatiguing tasks and sources of fatigue as reported by registered nurses. JNM

Abbiamo 29 visitatori e nessun utente online