Home

Stampa

Corso FAD

Corso FAD EDTNA/ERCA Filiale Italiana
Gestione e monitoraggio infermieristico degli accessi vascolari nel paziente in trattamento emodialitico

28 febbraio 2013

 

 

Obiettivi:

Alla fine del capitolo il discente saprà riconoscere e applicare i diversi metodi di puntura dei vasi arterializzati delle fav native e quelli protesici, in relazione al tipo di confezionamento chirurgico, al tipo di accesso, al materiale utilizzato e alle esigenze o richieste del paziente. Saprà applicare le opportune prassi nella gestione dei CVC atte a annullare, contenere o contrastare le potenziali contaminazioni batteriche.

Contenuti:

Un accesso vascolare (AV) ben funzionante rappresenta la condizione imprescindibile di un efficiente trattamento emodialitico. Nei quasi 50 anni di storia dell’emodialisi la fistola arterovenosa ha confermato la sua efficacia, anche in una popolazione anziana ed in presenza di varie co‐morbidità. Nel contempo permane il bisogno di utilizzare i cateteri venosi centrali per i pazienti più compromessi. Grazie ai nuovi materiali e
nuovi criteri di connettologia anche questi pazienti possono beneficiare del trattamento sostitutivo. Queste componenti da sole non bastano. La competenza nella gestione e nel monitoraggio dell’accesso da parte del personale infermieristico ricopre un essenziale e strategico ruolo, oggi più che mai, per il mantenimento di un accesso vascolare efficiente e sicuro.

Il corso comprende:

  • una iniziale e propedeutica sezione che presente una panoramica a 360° sulle caratteristiche e tipologia degli accessi vascolari per emodialisi.
  • Saranno a seguire presentati dati epidemiologici e linee guida internazionali relative alla gestione degli AV
  • le componenti della puntura dell’accesso periferico sia esso fav nativa che protesica,
  • i metodi classicamente disponibili per il monitoraggio periodico degli accessi periferici
  • i criteri ed i capisaldi di una efficace gestione dei CVC per emodialisi.

Saranno inoltre presentati specifici approfondimenti circa:

  • la puntura delle FAV nativa a sito costante (button hole)
  • il metodo del QB stress test per il monitoraggio della portata di una accesso periferico

Autori:

  • Raffaella Beltrandi, infermiera referente per gli Accessi Vascolari (UO Emodialisi Malpighi, Bologna)
  • Anna Grizzo, infermiera senior (UO Emodialisi Osp. Degli Angeli, Pordenone)
  • Mara Canzi, Infermiera referente per gli Accessi Vascolari (UO Emodialisi Osp. Degli Angeli, Pordenone)
  • Silvia Brenna, Infermiera nefrologica (UO Dialisi Osp. S. Anna, Como)
  • Marisa Pegoraro, infermiera senior (UO Dialisi Cal Corsico, Osp. Niguarda Milano)

Destinatari:

Sono destinatari preferenziali tutti gli infermieri dei servizi di emodialisi, con particolare destinazione ai colleghi principianti, principianti esperti e compent. Sono comunque presentati spunti di approfondimento che possono interessare anche infermieri esperti, con una più lunga esperienza nel settore dei trattamenti extracorporei.

Accreditamento ECM:

Corso di formazione a distanza accreditato ECM: 7,5 crediti formativi.
Il corso è valido su tutto il territorio nazionale.
Durata totale prevista attività e/o moduli: X ore
I crediti saranno erogati solo in caso di superamento del test di valutazione dell’apprendimento

Costo e accesso:

Soci: 35,00 EUR+IVA
Non Soci: 60,00 EUR + IVA

L'erogazione inizia il 01.03.2013 e terminerà il 31.12.2013.

Iscriversi al corso e accedere alla piattaforma dall'indirizzo

Vai al Corso FAD EDTNA-ERCA Filiale Italiana