Home

Stampa

Messaggio del Presidente


Messaggio del Presidente.

26 marzo 2011

 

Gentili colleghe ed Egregi colleghi, a seguito delle dimissioni di Sandro Geatti dalla posizione di Presidente – avvenute per ragioni  personali e professionali – il Comitato Esecutivo della Filiale ha approvato la mia candidatura a Presidente della  nostra associazione nazionale, nonché filiale EDTNA/ERCA. L’Obiettivo principale che mi sono data per questo primo anno di mandato  è quello di sondare le vostre percezioni sulla nostra associazione, quali le linee di ombra e quali le potenzialità da esaltare.  Per questo è stato predisposto un brevissimo questionario che vi invito a scaricare, compilare e re-inviare. I dati del questionario ci potranno essere  utili per indirizzare il nostro operato futuro, per apportare le necessarie modifiche allo statuto nazionale. La mia presidenza coincide anche con i 20°simo anniversario  della Filiale, di cui fui socio fondatore. I compleanni sono spesso occasione di riflessione, osservazione e rivalutazione del nostro operato personale e , in questo caso  anche, professionale.  I quesiti in  riguardano  i valori in cui crediamo, cosa può farci progredire, cosa può farci essere più presenti nella vita quotidiana dei professionisti nefrologici in Italia.  La scelta di essere direttamente connessi con una associazione  europea ci parve al tempo la migliore scelta. Forse abbiamo pre-corso i tempi, o forse semplicemente volevamo cogliere  le opportunità …. di libera circolazione lavorativa nei paesi europei - di cui la nostra professione gode  fin dagli anni ’70 -, di utilizzo  di una produzione scientifica  clinica, specifica e multidisciplinare,  l’approfondimento   di  modelli professionali  con cui poterci confrontare,  il perseguire miglioramenti  nelle cure ai nostri pazienti e di attenzione alla qualità del lavoro per gli operatori  in sintonia e connubio con le tensioni di un grande e variopinto insieme culturale che è la nostra Europa. Francamente, per chi è stato in prima linea,  le cose citate sono divenute realtà, sono state direttamente vissute. Ho la consapevole e concreta certezza  che chiunque fosse interessato ad uscire dal quotidiano per  rendere la solida  routine anche uno strumento di  ricerca, verifica, approfondimento può trovare nell’associazionismo professionale un fertile terreno e  un valido alleato.  Non aspettatevi  di “fare carriera professionale” in senso classico. Associazione non è sinonimo di “potere” nel senso  corrente del termine.   Il  “potere” garantito riguarda  la possibilità  di strutturare percorsi professionali originali, coinvolgenti, anti-burn out, liberi da precondizionamenti culturali, arricchiti di relazioni, di conoscenze e di amicizie che  sicuramente concorrono al  “QdV” di ciascuno di noi. Permetteteci di capire come meglio mettere a vostra  disposizione tanto “ben di professione”. Seguiteci nel sito , inviateci le vostre proposte,  partecipate ai nostri eventi,  rispondete al questionario. Oggi nel nostro paese le professioni sanitarie non mediche, ed in particolare l’infermieristica, hanno delle grandi occasioni di crescita qualitativa e quantitativa. Facciamoci  spazio  ognuno per/con  le proprie competenze. 

Cordialmente, un web-saluto  a tutti voi
Marisa Pegoraro
Infermiera nefrogica
Presidente Filiale Italiana
EDTNA/ERCA



 






 



 



 

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online